Tag

, , , , , , , , , , ,


il colore rosso

Il colore rosso

Il Diavolo e l'Acqua Santa

Il Diavolo e l’Acqua Santa

Piatto veloce, saporito, economico

Piatto veloce, saporito, economico

una giornata di lavoro intenso ma senza dimenticare lo spirito

Una giornata di lavoro intenso ma senza dimenticare lo spirito

Non mi capita spesso di creare un piccolo gruppo di lavoro fra le mie mura domestiche ma ogni tanto accade. Siccome il mio lavoro prevede sempre la cucina, non potevo non offrire un pranzo semplice ma gustoso al mio ospite.

Da solo non bevo ma, sopratutto a casa, a dispetto di “baroli e brunelli” del ’97 e del ’98 che ancora sostano nella mia cantina. Questa non era una occasione per quei vini in quanto il  menu meglio si accordava con un Marzemino del Trentino. Erano anni che non bevevo un Marzemino così pieno, intenso, perfetto che ben si è accordato sia con il primo che con il secondo da me preparato, ma devo dire che si beve bene anche da solo. Lo terrò presente.

Ingredienti del pranzo: 140 g di Fidelini De Cecco, 2 peperoni rossi dolci lunghi, 50 g di filetto di tonno sott’olio di prima qualità. 2 sovra cosce di pollo novello, 1 zucchina grande.

Tagliare a metà un peperone privarlo di semi e parti bianche e lavarlo, poi rifinirne i bordi per conferirgli una forma rettangolare regolare e quindi farlo lessare per 10 minuti in acqua leggermente salata. stenderlo su di un tagliere e farcire le due falde con de tonno spezzettato, quindi arrotolare il peperone su se stesso.

L’altro peperone una volta mondato come il primo, affettarlo e bollirlo in acqua leggermente salata fino a quando tende a sfaldarsi, poi frullarlo con l’acqua residua, il giusto sale ed un poco di olio extravergine ottenendo così una crema morbida e vellutata di peperone.

Lessiamo i Fidelini e condiamoli con la crema di peperone servendoli con l’aggiunta del peperone farcito di tonno.

Salare leggermente la parte opposta alla pelle delle sovra cosce e posarle in una tegame caldo con la pelle rivolta verso il basso, moderare la fiamma e chiudere con un coperchio.

Lasciare cuocere per almeno per 10 minuti poi rigirare e portare a cottura. Nel frattempo lavare e pelare la zucchina usando un pelapatate e conservando i lunghi fili di buccia che con un coltello taglieremo in fili ancora più sottili.

Il resto della zucchina ovvero la polpa, la taglieremo in bastoncini che spadelleremo per 5 minuti a fuoco moderato con poco olio mentre i fili della buccia è sufficiente salarli ed oliarli appena.

Quando il pollo è ben cotto, levarlo dal tegame di cottura asciugarne il grasso in eccesso e servirlo con le zucchine spadellate non prima di aver messo un ciuffetto di filini di buccia sopra al pollo.

Un buon bicchiere di rosso ed il pranzo è servito. Le foto che ho fatto sono in stato di grazie in quanto delle graditissime lame di luce creavano dei piacevoli chiaro scuri e donavano al tutto un insieme “di luci e di ombre, di rossi e di sfumature” .

Il lavoro in queste condizioni diventa un piacer ancor più bello oltre che decisamente buono!

Gualtiero.