Tag

, , , ,


filetto di maialino in fagotto di verza

… e qui il gusto si avvia verso vette altissime.

Questa volta senza troppi giri di parole vi regalo una ricetta ed anche questa volta è semplicissima, talmente semplice che sembrerà una banalità. Le considerazioni le metterò alla fine.

Ti servono delle foglie di verza tenere, preferibilmente quelle più vicine al cuore stesso della verza. Ti serve un filetto di maialino, ma attenzione non di maiale. Per intenderci, un filetto da 250 g non da 800 g. Ti serve un limone e dell’olio extravergine. Ti serve un’erba aromatica fresca, profumata con sentore di terra tipo rosmarino, timo, mentuccia, salvia…. vedi tu. Ti serve poco sale e poco pepe e ti serve del pan carré, in ultimo ti servono dei ceci e uno spicchio di aglio.

Ma quante cose ti servono vero? Se ci pensi bene son tutte cose di facile reperibilità, di costo basso o moderato e comunque te ne serve poco di tutto.

Inizia dalla verza, lavala e non romperla, gettala in acqua bollente salata per 30 secondi circa. Si dovrà scottare e non di più, poi raffreddala in acqua e stendila su di uno straccio a scolare.

Fai bollire i ceci da acqua fredda poco salata con l’aglio pelato e poco olio fino a quando si sfaldano poi scolali e frullali ( con l’aglio ) riducendoli in poltiglia che insaporirai con olio. Nel frattempo frulla il pan carré o passalo al setaccio medio, unisci poco sale e pepe, ancora erbe aromatiche tritate, olia e unisci a questo punto i ceci passati ottenendo una panatura morbida e gustosa.

Trita l’erba aromatica e con poco sale e pepe cospargi il filetto che avrai già privato del grasso in eccesso. Lascia insaporire la carne per qualche minuto poi tagliane dei tranci di 6 cm che scotterai per 1 minuto in totale rigirando in continuazione. Togli dalla padella e lascia freddare.

Comprimi bene la panatura al filetto in modo che non si stacchi e metti il tutto dentro alla foglia di verza con ancora qualche erba tritata.

Racchiudi la verza attorno al filetto premendo ragionevolmente, metti poco olio sale e pepe ed inforna a 220 ° per circa 5/7 minuti. Servilo tagliandolo a metà come nella foto qui sopra.

Nella foto vedi anche dell’olio che dona profumo e sapore…. l’ho ottenuto mettendo in infusione in olio tiepido ( 50° ) e per 30 minuti, della scorza di limone non trattato. Ho grattato superficialmente la scorza senza intaccare la sottostante parte bianca. poi ho filtrato.

Considerazione veloce valida per ogni ricetta: sappi che tutte le ricette anche le più semplici possono venire bene oppure no, ma solo poche vengono “meglio” di altre. Questo succede perché nel prepararle noi stessi mettiamo il nostro ingrediente segreto che è un ingrediente essenziale ed immateriale. Pensaci.

Gualtiero