Tag

, , ,


La Terra Trema 2012

La Terra ha Tremato anche quest’anno.

Sono anni che trema e mi chiama ma io solo a questa edizione mi son deciso ad andare e a togliermi qualche sfizio insieme a molte curiosità. Bene, diciamolo subito, la location è davvero il Leonka e qui si sa è passata la storia di Milano fin dal lontano 1975 bella o brutta che fosse ma l’organizzazione è del centro sociale Folletto di Abbiategrasso.

Domenica scorsa sono stato a Golosaria ed ho espresso le mie opinioni in un adeguato post. Ieri quello che non mi è piaciuto è stata la sufficienza di molte persone che non so a quale titolo gravitano attorno a questo centro sociale, e la loro aprioristica incazzatura preventiva.

Quello che mi è piaciuto è stato un clima di operosità, di semplicità di collaborazione, di cameratismo in ognuno degli espositori. Ho visto moltissima gente entrare per visitare, degustare acquistare e conoscere per poi diffondere e far conoscere. I visitatori avevano una età media molto bassa e ho visto molte giovani famiglie con prole e cagnolini al seguito.

Ho visto persone fermarsi ai banchi espositivi facendo domande ed ottenendo risposte, li ho visti degustare vini e prodotti della terra, li ho visti scambiarsi opinioni e critiche, li ho visti vivi e attivi e questo fa ben sperare per una certa economia che si basa sulla semplicità e su regole semplici quanto antiche: non puoi prenderti gioco della terra che ti sfama.

Il minimo comune denominatore era la spartanità assieme alla schiettezza di prodotti e produttori. Ricordate che ho visto Golosaria domenica scorsa vero?…

Un’altra cosa mi ha colpito e rasserenato, la maggior parte degli espositori aveva un viso da ragazzino, molti lo erano veramente e nei loro occhi la luce tipica di chi ci crede.

L’anno prossimo, vincete le vostre convinzioni e venite a controllare di persona, tutto vi sembrerà più vero perché La Terra Trema…  ma solo per chi la sa ascoltare.

Gualtiero.